Carrello acquisti  

Il carrello è vuoto.

Collane

Scelto per voi

Libro di architettura
Libro di architettura
€110.00 €93.50 Risparmi: 15.00%


Di sparse esistenze
Di sparse esistenze
€12.00 €10.20 Risparmi: 15.00%


Freschi di stampa

Recensioni
recensione al romanzo "La carnagione delle bionde" PDF Stampa E-mail
la Repubblica, 7 marzo 2007, Le bionde e il lupo

Una Palermo riconoscibile, nei luoghi e in qualche personaggio, fa da scenario La carnagione delle bionde di Elio Carreca, una vicenda di spionaggio internazionale.
A seguire il filo del mistero di un omicidio eccellente che scuote gli ambienti più “cool” cittadini, ci pensa Lupo, insolito personaggio approdato sull’isola dopo essere stato rimosso dl suo incarico di agente dell’intelligence italiana in Israele. A condire la vicenda, una città che appare dirompente con i suoi vizi, le sue chiacchiere provinciali e la sua mania di protagonismo.
A tratti Lupo sembra volersela scrollare di dosso infastidito, altre, si lascia sommergere indolente dalla lentezza dei suoi riti e dei suoi ritmi.
Leggi tutto...
 
recensione al volumetto "Iancura. Racconti dall'isola di Salina" PDF Stampa E-mail
blog gildame.it (sito della Gilda degli insegnati Zancle di Messina), 23 giugno 2005

Iancura significa biancore, specificità delle isole Eolie quando il mare è calmo e si confonde con il cielo “bianco-celeste”.
Paolo Casuscelli è nato a Messina nel 1956 ed è insegnante di scuola media. Ha studiato con Filippo Bartolone e Gianni Vattimo, scrive sulla pagina culturale della “Gazzetta del Sud”. Ha pubblicato saggi di filosofia e di estetica e tradotto saggi di René Girard. Ama il mare e nonostante fumi, pesca in apnea a 25 metri. Gioca a biliardo dimostrando discrete doti con la stecca. Questa sua prima opera di narrativa è uno spaccato autobiografico.
Dopo aver studiato Heiddeger, Nietzche, ebraico, filosofi e pensatori che ama, ma non danno gloria né stipendio in una società animata solo dal “particolare”, abbandona la filosofia e i libri accettando di cncorrere ad uno dei tanti esami di abilitazione che un’amica ha compilato per lui.
Leggi tutto...
 
recensione al volume "Tra le macerie di Messina" PDF Stampa E-mail
Posteranniversari di Centonove
Messina, cent'anni fa

Cominciano ormai a susseguirsi le pubblicazioni relative all’evento “Messina 0808”, vale a dire riguardanti l’ormai vicino centenario di quell’evento distruttivo per a città che fu il terremoto del 28 dicembre di quasi cent’anni fa. Due pregevoli pubblicazioni, uscite a distanza di u anno esatto l’una dall’altra, nell’ambito della nuova collana voluta dall’editore GBM, ‘Cammei’, sembrano fare da battistrada alle celebrazioni. Si tratta di “tra le macerie di Messina” di M. Gor’kij e M.W. Meyer e di “Il dolore condiviso” a cura di Giampiero Chirico. Eppure, l’atmosfera che si è respirata a Palazzo Zanca, dove è avvenuta la presentazione contemporanea dei volumi non è stata, come piattamente riferito dal quotidiano cittadino, soltanto quella, consueta, creata da relatori che intendevano ripercorrere tracce di storia e memoria della città;
Leggi tutto...
 
recensione al volume "Il dolore condiviso. Messaggi degli intellettuali del Novecento per il terremoto di Messina del 1908" PDF Stampa E-mail

Gazzetta del Sud, 28 dicembre 2006

Quel dolore condiviso nei giorni del terremoto
Fu un'alba incredibilmente evocativa, quella del 28 dicembre 1908, l'alba di morte e distruzione su uno dei luoghi più suggestivi del mondo, lo Stretto di scilla e Cariddi, il regno del mito e del fascino magmatico della natura. Il disastro siculo-calabro" che distrusse Messina e la costa calabra aleggiò come un peso incredibile nell'opinione pubblica internazionale, che davanti a quella notizia si mobilitò per fornire aiuto e assistenza in ogni modo, come mai prima era accaduto. Tanta tragedia non poteva non toccare la sensibilità di politici, letterati, intellettuali, musicisti, uomini e donne che furono spinti a dare un loro personale contributo e sguardo sull'evento, in un incredibile abbraccio solidale e artistico. [...] Giampiero Chirico ha raccolto sessantadue dei centonovantanove autografi presenti in un album conservato presso la Houghton Library della Harvard University, già di proprietà della famiglia Canady: messaggi, riflessioni, pensieri, manoscritti originali e preziosi che l'Associazione Lombarda dei Giornalisti, in collaborazione con la Società Italiana degli Autori e del Sindacato Corrispondenti di Milano, aveva voluto raccogliere per una pubblicazione dal titolo Messina e Reggio.
Leggi tutto...
 
recensione al volume "Messina e Reggio. Prima e dopo il terremoto del 28 dicembre 1908" PDF Stampa E-mail

Gazzetta del Sud, 28 dicembre 2007

Messina e Reggio dopo il sisma. Ecco l'album della tragedia
«È questo il documento che rende imperituro il ricordo di quanto il fato ha distrutto. Il mondo civile ve ne deve essere grato». Sono brevi parole, ma sicuramente di forte incisività quelle che Gabriele D'Annunzio dedicò alla pubblicazione che la società Fotografica Italiana di firenze volle dedicare alle vittime del terribile terremoto "siculo-calabro" dl 28 dicembre 1908 che provocò ottantamila morti nelle due sponde dello Stretto. [...]Il libro – che contiene una speciale dedica all'Opera Nazionale Regina Elena per gli orfani del terremoto – viene introdotto da un ricco e dettagliato saggio di Francesca Passalacqua che ricostruisce le tappe tormentate della ricostruzione di Messina e di reggio, gli slanci e gli ostacoli di questo processo urbanistico che vide coinvolti – seppur senza risultati pratici – specialisti come l'urbanista veneziano Vincenzo Torres, che aveva ideato delle particolari costruzioni circolari in cemento armato, lo svizzero augusto Guidini, che elaborò un piano regolatore che univa classicismo monumentale e armonia con le caratteristiche mediterranee del sito, e persino il grande "Le Corbusier", che pensò di adottare la sua innovativa Maison Domino a Messina. [...]
Leggi tutto...
 


Pagina 3 di 4




gem








sicania







mesogea




ATTENZIONE stai visitando il sito con Internet Explorer 6 (IE6).

Il tuo browser necessita di essere aggornato alla versione 7 di Internet Explorer (IE7) senza questo aggiornamento la navigazione del sito potrebbe essere compromessa.

Perr quale motivo dovrei aggiornare Internet Explorer 7? Microsoft ha migliorato Internet Explorer sotto diversi aspetti, primo fra tutti quello relativo alla sicurezza. Tieni presente che virus, trojan e spyware possono infiltrarsi nel tuo computer con estrema facilit se utilizzerai ancora internet explorer 7. Un altro motivo per aggiornare la versione del tuo internet explorer la velocit di navigazione, la versione che utilizzi in questo momento compromette anche la velocit di apertura delle pagine internet.

Scarica adesso il tuo aggiornamento a Internet Explorer 7, visita il sito della Microsoft clicca questo link.

Gentili clienti, utilizziamo i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione all'interno dei nostri siti web. I cookies vengono utilizzati per operazioni essenziali del sito. Per saperne di più riguardo ai cookies, visitate la nostra pagina che parla di politiche sulla privacy.

Cliccando sul pulsante accetti l’utilizzo dei cookies.

vai al sito garanteprivacy.it